BONUS FACCIATE OPERE ACCESSORIE

Bonus facciate e spese sostenute per le opere accessorie

Il Governo con il Decreto Rilancio ha varato tra le varie disposizioni il BONUS FACCIATE in cui si riconosce alle spese di ristrutturazione di parti comuni condominiali oppure su immobili cielo-terra  un Superbonus del 110% (si riscuote in un determinato tempo pi di quanto si speso) in 5 rate annuali di uguale importo (attualmente vigente la detrazione del 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione per qualsiasi immobile detenuto recuperabili per in 10 anni e con un plafond di spesa determinato).

Ricordiamo brevemente quali lavori rientrano nel Superbonus:

  • Isolamento termico superfici opache verticali e orizzontali
  • Materiali isolanti in rispetto ai criteri minimi ambientali
  • Impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda
  • Impianti a pompa di calore
  • Impianti ibridi e geotermici abbinati ad impianti fotovoltaici
  • Miglioramento di almeno 2 classi energetiche da dimostrare attraverso l′APE
  • Installazione impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo

Tale credito potr anche essere ceduto direttamente allImpresa in cambio di uno sconto in fattura (pi facile a dirsi a che farsi perch la contrazione di liquidit nel mercato e le esigenze di cassa nelle aziende rendono questa agevolazione difficile da attuare).

Il dubbio che molti si pongono riguarda se le "opere accessorie" al cosidetto BONUS FACCIATE rientrano oppure no nella detrazione.

Ci viene in soccorso lAgenzia delle Entrate con risposta del 23 giungo 2020. Rientrano nel beneficio tutte quelle opere accessorie necessarie per lesecuzione dei lavori agevolabili. Quindi spese per direzione lavori, coordinamento sicurezza, sostituzione dei pluviali.

Ricordiamo che tutti i lavori detrattivi consentiti con il Superbonus devono avere lo scopo di produrre una migliore efficienza energetica allimmobile dunque ad esempio una semplice tinteggiatura della facciata non rientrerebbe in questo particolare beneficio.

Infine per lanno di beneficio detrattivo sempre valido il criterio di cassa, la spesa la porto in detrazione nellanno in cui lho realmente pagata.